Comune dell'Aquila

Conguagli 2013

Pattern sfondo titoli
Canale
Stemma Comune di L\'Aquila

Pagine correlate

Galleria immagini

Festa di San Sebastiano, patrono dei Vigili Urbani
Festa di San Sebastiano, patrono dei Vigili Urbani
I Cantieri dell'Immaginario
I Cantieri dell'Immaginario
Il Piano per le emergenze
URP telematico
Anagrafe on line
Come fare per
Banca dati emergenza
WEBMAIL INTERNA
Sito Accessibile
stazione appalti
Sistema Informativo Territoriale
SPORTELLO TELEMATICO SUAP
Sportello Unico Edilizia
Le News del Quotidiano della P.A.

In esecuzione della delibera di Giunta Comunale n.32 del 24/01/2013, sono stati ricalcolati i costi derivanti dai consumi individuali effettuati durante la permanenza nel Progetto C.A.S.E. Tali costi sono quelli accertati dall'1 aprile 2010 al 31 gennaio 2013, data di riferimento per il calcolo, e riguardano il gas per riscaldamento e per l’acqua sanitaria, l’acqua ad uso privato (fino alla stipula del contratto individuale con GSA) ed i consumi di energia elettrica di piastra per uso condominiale. Resta inteso che sia i costi condominiali non considerati, che i costi condominiali e individuali (gas) accertati in futuro, saranno oggetto di attribuzione agli occupanti il progetto C.A.S.E. in una fase successiva. I costi sono determinati dalla somma di tutte le fatture ricevute dal Comune dell’Aquila al momento dell’effettuazione del calcolo del conguaglio per singola piastra. Nello specifico gli occupanti del Progetto C.A.S.E. riceveranno una nota (vedi Esempio di seguito) con il dettaglio delle spese addebitate e una nota informativa per agevolare la comprensione delle somme esposte.

 

Il plico notificato ad ogni interessato contiene:

• la lettera di spiegazioni e la specifica della cifra richiesta per il periodo di occupazione
• tanti bollettini di conto corrente precompilati quante sono le rate accordate secondo la tabella che segue, oltre al bollettino per il pagamento in unica soluzione.

 

Importo da versare in € Numero di rate
Sino a 300,00 Rata Unica
Tra 300,01 e 600,00 2
Tra 600,01 e 900,00 4
Tra 900,01 e 1.200,00 6
Tra 1.200,01 e 1.500,00 8
Tra 1.500,01 e 2.000,00 10
Tra 2.000,01 e 2.500,00 12
Oltre 2.500,00 18

Il pagamento può essere effettuato in rate mensili con scadenze coincidenti con l’ultimo giorno di ogni mese, a partire da quello di ricevimento dell’avviso. Viceversa il pagamento in unica soluzione deve essere effettuato entro l’ultimo giorno del mese successivo alla ricezione.
Per le famiglie che dimostrino di avere un reddito ISEE per l'anno 2011 pari o inferiore a 8.500,00 euro, la scadenza di ogni rata coincide con l’ultimo giorno di ogni bimestre, a partire da quello di ricevimento dell’avviso, in modo da raddoppiare il termine per il pagamento rateizzato.
L’accertamento del requisito di cui sopra avverrà dietro presentazione del modello ISEE allo Sportello Unificato per il progetto C.A.S.E. sito in via Roma.
I pagamenti possono essere effettuati:

  • ­presso gli uffici postali e presso le tabaccherie ricevitorie aderenti alla rete ITB- Federazione Italiana Tabaccai, utilizzando i bollettini precompilati allegati alla presente;
  • con bonifico bancario sul Conto Corrente Postale intestato a SED S.p.A., azienda del Comune dell’Aquila incaricata del servizio, – IBAN IT 07 J 07601 03600 001009917285, specificando nella causale il numero bollettino riportato anche sul bollettino, pena l’impossibilità di attribuire correttamente il pagamento.

Informazioni, comunicazioni e reclami

Per segnalazioni riguardanti gli alloggi, i numeri da chiamare sono: 0862.645629 (Ricostruzione pubblica) e 800.84.07.62 (Manutencoop).

Per informazioni, chiarimenti e reclami sulle bollette sono attivi il numero verde 800 173 666 (solo chiamate da numero fisso) e 0862.320728 operativi dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle 13,30 e dalle 15,00 alle 18,00, e lo Sportello sito in via Roma n. 207/A (presso la sede degli uffici comunali dell'edificio Del Tosto) aperto dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00, il martedì ed il mercoledì anche dalle 15,30 alle 17,30.

Sanzioni

A norma dell’art.5 del Regolamento Consiliare approvato con deliberazione n.171/2011 (il testo è riportato qui sotto, nella sezione "Regolamenti"), la condizione di morosità relativa agli adempimenti conseguenti all’assegnazione di alloggi C.A.S.E. costituisce motivo di decadenza dall’alloggio. Inoltre, a norma dell’art.6 del citato regolamento, la morosità nel pagamento delle quote condominiali per un periodo superiore a due mesi è causa di risoluzione del contratto d’uso dell’alloggio. In ogni caso, il Comune si attiverà per il recupero delle morosità, anche mediante ingiunzione di pagamento ai sensi dell’art.2 del R.D.639/1910, omesso ogni ulteriore avviso. La presentazione di reclami, di richieste di nuovi conteggi o chiarimenti non sospende in nessun caso l’obbligo di pagamento dei costi come sopra esposti.

Conguagli effettuati

La tabella qui sotto indica in quali complessi del Progetto C.A.S.E. sia stata completata la lettura dellle utenze e sia stato effettuato il calcolo dei consumi individuali, nonché la data in cui tale operazione è stata svolta e l'avvenuta spedizione dei bollettini di pagamento a conguaglio.

 

Complesso Data di calcolo
Spedito
Arischia    
Assergi    
Bazzano    
Camarda    
Cese    
Coppito 2    
Coppito 3    
Collebrincioni    
Gignano 31.03.2013 SI
Paganica 1    
Paganica 2    
Pagliare di Sassa    
Roio 1    
Roio 2    
Sant'Antonio 31.03.2013 SI
Sant'Elia 1    
Sant'Elia 2    
Sassa N.S.I.    
Tempera    

 

Esempio

bollettino conguagli
torna su

Istruzioni per la letturaGas da riscaldamento e acqua sanitaria

L’obiettivo è attribuire ad ogni intestatario di contratto un costo il più possibile prossimo al consumo effettivo. Ciò non è possibile con un calcolo diretto in quanto non si conosce la quota di consumo realizzata nel periodo di gestione della Protezione Civile e in quanto non si ha una misura diretta di consumo per mezzo di contabilizzatori, i quali non rilevano direttamente il gas utilizzato.
Per questo motivo le letture di appartamento vengono considerate parametri di ripartizione proporzionale del costo di piastra.
Per il calcolo del gas non sono prese in considerazione le letture riguardanti l’acqua calda, in quanto, ancorché rilevate, non sono utili alla definizione del criterio di ripartizione. Inoltre i costi riguardanti il gas vengono attribuiti per il 95% al riscaldamento e per il restante 5% all’acqua sanitaria. La componente di gas per il riscaldamento è ripartita secondo i giorni di accensione degli impianti termici durante il periodo di occupazione dell’immobile mentre quella relativa all’acqua sanitaria secondo i giorni di occupazione dell’alloggio.
Il metodo applicato attribuisce, in base alle letture disponibili (parte intera), i costi secondo i periodi di effettiva occupazione, lasciando a carico del Comune i costi eventualmente rilevati per i periodi di non occupazione.
Nel caso in cui uno o più appartamenti di una piastra siano privi di lettura, per ognuno di essi viene utilizzato un valore di lettura calcolato in base al consumo medio a mq degli altri appartamenti della piastra. Se una piastra è priva di tutte le letture, il calcolo del coefficiente di consumo viene effettuato secondo le superfici degli appartamenti afferenti la piastra (formula 3). In mancanza di una lettura intermedia, il costo per intestatario è determinato in base ai giorni di occupazione (formule 5 e 6)

Definizioni

Quota protezione civile gas riscaldamento (PCGR) = 95% della lettura GAS appartamento * giorni occupazione in periodo di riscaldamento prima di aprile 2010 / giorni totali nei periodi di riscaldamento dalla data di prima consegna alla data di lettura attuale
Quota protezione civile gas sanitario (PCGS) = 5% della lettura GAS appartamento * giorni occupazione prima di aprile 2010 / giorni totali dalla data di prima consegna alla data di lettura attuale
Quota protezione civile acqua (PCA) = lettura appartamento * giorni occupazione prima di aprile 2010 / giorni totali dalla data di prima consegna alla data di lettura attuale
Nelle formule 2 e 4 la quota protezione civile si intende calcolata per l’acqua come unica componente (PCA) mentre per il gas come somma delle componenti gas riscaldamento e gas sanitario (PCGR + PCGS).
Periodo di riscaldamento: sono i periodi di accensione degli impianti secondo le ordinanze comunali.
Lettura appartamento = ultima lettura effettuata per l’appartamento

Formule di calcolo

(1) Costo di piastra = somma degli importi delle fatture relative ad una piastra
(2) Coefficiente di consumo (metodo letture) = (lettura appartamento – quota protezione civile) / somma delle letture appartamenti della piastra – somma quote protezione civile)
(3) Coefficiente di consumo (metodo mq) = mq appartamento / somma dei mq degli appartamenti della piastra
(4) Coefficiente di occupazione (metodo letture) = (lettura uscita – lettura ingresso (se successiva al 1.4.2010) o quota protezione civile) / (lettura appartamento – quota protezione civile)
(5) Coefficiente di occupazione (metodo giorni per l’acqua) = giorni di occupazione appartamento (successivi al 1.4.2010) / giorni dalla data prima occupazione appartamento (se successiva al 1.4.2010 altrimenti si considera 1.4.2010) alla data ultima lettura appartamento (se disponibile, altrimenti è utilizzata la data di riferimento del calcolo)
(6) Coefficiente di occupazione (metodo giorni per il gas riscaldamento e sanitario) = 5% giorni di occupazione appartamento (successivi al 1.4.2010) / giorni dalla data prima occupazione appartamento (se successiva al 1.4.2010 altrimenti si considera 1.4.2010) alla data ultima lettura appartamento (se disponibile, altrimenti è utilizzata la data di riferimento del calcolo) + 95% giorni accensione impianti termici durante occupazione appartamento (successivi al 1.4.2010) / giorni accensione impianti termici dalla data prima occupazione appartamento (se successiva al 1.4.2010 altrimenti si considera 1.4.2010) alla data ultima lettura appartamento (se disponibile, altrimenti è utilizzata la data di riferimento del calcolo)
(7) Importo = costo di piastra * coefficiente di consumo * coefficiente di occupazione

Illuminazione condominiale

Formule di calcolo
(1) Costo di piastra = somma degli importi delle fatture relative ad una piastra
(2) Coefficiente di consumo (metodo mq) = mq appartamento / somma dei mq degli appartamenti della piastra
(3) Coefficiente di occupazione (metodo giorni) = giorni di occupazione appartamento (successivi al 1.4.2010) / giorni dalla data prima occupazione appartamento (se successiva al 1.4.2010 altrimenti si considera 1.4.2010) alla data ultima lettura appartamento (se disponibile, altrimenti è utilizzata la data di riferimento del calcolo)
(4) Importo = costo di piastra * coefficiente di consumo * coefficiente di occupazione


La Dirigente del Servizio Assistenza alla Popolazione
Dott.ssa Patrizia Del Principe
(La firma è sostituita dall’indicazione a stampa ai sensi degli artt.1 e 87, L.549/95)

torna su

Condividi questo contenuto

In questa pagina

 

Comune di L’Aquila - Via San Bernardino - Palazzo Fibbioni - 67100 L’Aquila - Telefono +39.0862.6451
Posta Elettronica Certificata: protocollo@comune.laquila.postecert.it
Partita iva: 00082410663 - Codice fiscale 80002270660
Responsabile del Procedimento di Pubblicazione
Il portale del Comune di L’Aquila è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune dell'Aquila è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it