Comune dell'Aquila

Emergenza, Piano di Protezione civile

Pattern_leggero
Canale
Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici sul nostro account Twitter Entra nel nostro canale YouTube
Stemma Comune di L\'Aquila
Immagine testata
Ti trovi in: Home » Amministrazione » Emergenza, Piano di Protezione civile

Pagine correlate

Eventi correlati

Logo 2013
Dal 14-07-2014
al 13-08-2014
cinque anni dal terremoto
Dal 04-04-2014
al 06-04-2014

Galleria immagini

Festa di San Sebastiano, patrono dei Vigili Urbani
Festa di San Sebastiano, patrono dei Vigili Urbani
I Cantieri dell'Immaginario
I Cantieri dell'Immaginario
URP telematico
Anagrafe on line
Banca dati emergenza
Il Piano per le emergenze
WEBMAIL INTERNA
Sito Accessibile
stazione appalti
Sistema Informativo Territoriale
SPORTELLO TELEMATICO SUAP
I Cantieri dell'Immaginario
Orientarsi all'Aquila
Le News del Quotidiano della P.A.

Che cosa fare in caso di incendio, di terremoto o di rischio idrogeologico? Dove andare? Quali sono gli aiuti immediati che si possono ottenere? Chi bisogna contattare? L'aggiornamento del Piano comunale di Protezione civile, avvenuto con delibera del Consiglio comunale n. 42 del 30 aprile 2015, ha lo scopo di rispondere a tutte queste domande. Cliccando sui link in fondo a questa pagina o navigando con il menù che si vede a sinistra, è possibile accedere alle sottosezioni, in cui sono pubblicati i documenti più significativi e importanti per la popolazione, che fanno parte di quel provvedimento consiliare. Tra questi, la dislocazione delle aree di attesa, di accoglienza e di ammassamento e l'elenco dei responsabili delle varie funzioni. ATTENZIONE! Essendo alcuni file molto pesanti (in particolare quelli delle cartografie), occorre avere un po' di pazienza prima che gli stessi si scarichino completamente.


IL NUOVO PIANO DI EMERGENZA COMUNALE

Il nuovo Piano di Emergenza Comunale, è stato redatto tenendo conto delle prescrizioni del Metodo Augustus, rapportati alle esigenze del territorio aquilano e si compone di otto Sezioni, corrispondenti alle tipologie di rischio idrogeologico ed idraulico, incendi boschivi, sismico, neve-ghiaccio, valanghe, industriale e rischio per eventi a rilevante impatto locale ed una specifica per il Centro Storico della Città dell’Aquila.

Il Piano di emergenza comunale

Sintesi del Piano

Il piano si compone di procedure, schede tecniche, censimento popolazione fragile, residenti zone a rischio, e così via, nonché di 19 cartografie, così strutturate:

16 riguardanti tutto il territorio comunale in cui sono riportate: le aree a rischio incendio, frana e alluvione, le aree di attesa (n. 74), le aree di accoglienza (n. 18), le aree di ammassamento per i soccorsi (n. 3), gli edifici strategici (n. 36, divisi in edifici strategici di ambito comunale (n. 17), ambito provinciale  (n. 5), ambito regionale (n. 4) e nazionale (n. 10)), quelli scolastici (n. 77 divisi in asili nido (n. 4), scuole dell’infanzia (n. 30), scuole primarie (n. 21), scuole secondarie di I (n. 7) e II grado (n. 6), Università (n. 9), quelli a rilevante impatto in caso di collasso (centri commerciali (n. 9), cinema, teatri e convegni (n. 7), Chiese (n. 9), attrezzatura sportive (n. 1), alberghi (n. 28), oltre alle organizzazioni di volontariato che insistono in quella data zona (n. 22).

2 le cartografie specifiche per il centro storico:

Area di intervento e presenze in centro storico

Scenario di evacuazione

 

Di seguito l’elenco delle altre tavole relative al territorio:

Tav 1: Arischia

Tav 2: Preturo - San Vittorino

Tav 3: Preturo

Tav 4: Sassa

Tav 5: Sassa

Tav 6: Camarda – Filetto

Tav 7: Collebrincioni – Aragno

Tav 8: Assergi

Tav 9: Paganica - Pescomaggiore

Tav 10: Bazzano – Onna – Monticchio – San Gregorio

Tav 11: Pianola - Bagno

Tav 12: Roio - Pile

Tav 13: Cansatessa – Coppito - Pettino

Tav 14: Capoluogo – San Giacomo - Gignano

Tav 15: Sant’Elia

Tav 16: Tempera

Nel Piano di Emergenza Comunale viene, inoltre, individuato un Coordinamento delle Funzioni e un Presidio Territoriale a cui si aggiungono dieci Funzioni di Supporto (Tecnica Scientifica e Pianificazione; Sanità, Assistenza Sociale e Veterinaria; Volontariato; Materiali e Mezzi; Servizi Essenziali; Censimento Danni a Persone e Cose; Strutture Operative Locali- Viabilità; Comunicazione; Assistenza alla Popolazione e Attività Scolastica; Amministrativa ), tutte composte da un referente e due supplenti (il dettaglio delle funzioni e dei responsabili).

La sede del Centro Operativo Comunale C.O.C. è nell’edificio del Consiglio Comunale a Villa Gioia, in via Filomusi Guelfi (la piantina del C.O.C.).

L’Ufficio di Protezione Civile ha inoltre predisposto, in collaborazione con il Centro Funzionale della Regione Abruzzo, il Piano di Emergenza del Centro Storico e, a titolo di collaborazione, il Centro ha provveduto inoltre alla predisposizione degli elaborati cartografici. Il Piano nella sua interezza è stato, inoltre, presentato dall’Ufficio di Protezione Civile al Centro Funzionale della Regione Abruzzo che ha preso atto che il medesimo risulta conforme alle Linee Guida per la pianificazione comunale ed intercomunale di emergenza emanate nel mese di dicembre 2014.

 

IL PIANO DEL CENTRO STORICO

Il centro storico del capoluogo d'Abruzzo, in seguito al sisma del 6 aprile 2009, è diventato unico nel suo genere, essendo caratterizzato da decine di cantieri aperti e da numerosissimi edifici puntellati e/o fatiscenti. Nonostante tutto è comunque frequentato durante il giorno e la notte da migliaia di persone. L’area di intervento è il nucleo storico del Comune dell’Aquila, all’interno delle mura cittadine, anche se particolare attenzione è dedicata all’area ricadente ancora in “zona rossa”.
Il piano prevede due diversi scenari: uno diurno caratterizzato dalla presenza di maestranze, tecnici e progettisti impegnati nella ricostruzione, dipendenti ed utenti di uffici, clienti e gestori di attività commerciali, residenti e uno notturno caratterizzato dalla presenza di avventori dei locali (bar, pub, ristoranti), ospiti di hotel e B&B, oltre che, ovviamente, dai residenti che sono tornati nelle proprie abitazioni. Data quindi la peculiarità dell’area di interesse e la continua dinamicità della situazione per l’apertura di nuovi cantieri, la conclusione dei lavori in altri, l’inaugurazione di nuovi locali ed attività commerciali, si è reso necessario, attraverso una sinergia tra l’Ufficio di Protezione Civile del Comune dell’Aquila e il Centro Funzionale d’Abruzzo, realizzare uno specifico Piano per il centro cittadino, individuando tra l’altro 8 aree di attesa dove raccogliere la popolazione in caso di emergenza. Tali aree di attesa sono:

SLARGO VIA FILOMUSI GUELFI

PIAZZA DUOMO

VIA L. RENDINA -PARCO GIOCHI

L’AQUILA: VIALE MEDAGLIE D’ORO            

PIAZZA SAN BERNARDINO              

PIAZZA SANTA MARIA DI FARFA  

AREA VERDE DI FRONTE CRISTO RE          

VIALE DUCA DEGLI ABRUZZI

Guarda le cartografie e lo scenario di evacuazione

  

I DOCUMENTI PRINCIPALI DEL PIANO DI PROTEZIONE CIVILE

LE DELIBERE

LE AREE DI ATTESA

LE AREE DI ACCOGLIENZA

LE AREE DI AMMASSAMENTO

IL RIEPILOGO DELLE AREE DI PROTEZIONE CIVILE

AVVISI METEO E DI CRITICITA'

   Archivio dei comunicati meteo e di criticità
   Sei preparato al rischio di eventi meteo?

Condividi questo contenuto

Comune di L’Aquila - Via F. Filomusi Guelfi - 67100 L’Aquila - Telefono +39.0862.6451
Posta Elettronica Certificata: protocollo@comune.laquila.postecert.it oppure comuneaquila.aq.protocollo@pa.postacertificata.gov.it (solo per gli utenti che hanno una Pec @postacertificata.gov.it)
Partita iva: 00082410663 - Codice fiscale 80002270660
Responsabile del Procedimento di Pubblicazione
Il portale del Comune di L’Aquila è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune dell'Aquila è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it