Comune dell'Aquila

Tutela paesaggistica

Pattern_leggero
Canale
Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici sul nostro account Twitter Entra nel nostro canale YouTube
Stemma Comune di L\'Aquila
Tutela paesaggistica
Ti trovi in: Home » Amministrazione » Lavori pubblici e Pianificazione » Settore Pianificazione » Tutela paesaggistica
Il Piano per le emergenze
URP telematico
Anagrafe on line
Come fare per
Banca dati emergenza
WEBMAIL INTERNA
Sito Accessibile
Censimento permanente 2018-2021
stazione appalti
Sistema Informativo Territoriale
SPORTELLO TELEMATICO SUAP
Sportello Unico Edilizia

AUTORIZZAZIONI PAESAGGISTICHE

 

Cosa è l’Autorizzazione Paesaggistica

L'Autorizzazione Paesaggistica è atto autonomo, di natura autorizzativa e presupposto ad eventuali titoli legittimanti l'intervento urbanistico-edilizio.
L'Autorizzazione ha la finalità di accertare la compatibilità delle opere con le norme in materia di paesaggio e viene rilasciata dal Comune di L'Aquila limitatamente agli interventi sub-delegati dalla Regione Abruzzo con la Legge Regionale n. 2/2003.
L’efficacia dell’autorizzazione è di cinque anni, scaduti i quali l'esecuzione dei lavori deve essere sottoposta a nuova autorizzazione. Il termine di efficacia dell'autorizzazione paesaggistica decorre dal giorno in cui acquista efficacia il titolo edilizio eventualmente necessario all’intervento, come indicato all’art. 146 comma 4 del D.Lgs. n. 42/04 s.m.i..

Quando richiederla

I proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo, di immobili ed aree interessate da vincolo paesaggistico ai sensi del D.lgs. 42/04 s.m.i., che intendono effettuare degli interventi di trasformazione su tali beni, hanno l’obbligo di richiedere preventivamente l’Autorizzazione Paesaggistica.
L’Autorizzazione Paesaggistica non deve essere richiesta per gli interventi elencati all’articolo 149 del citato Decreto nonché per gli interventi di cui all'art. 2 , comma 1, elencati nell'Allegato A del DPR 31/17. 

Come richiederla

I procedimenti previsti per l’ottenimento dell’autorizzazione paesaggistica sono due:
Procedimento Ordinario e Procedimento Semplificato.
I due procedimenti differiscono sia per la documentazione da allegare all’istanza sia per i tempi che la norma concede al Soprintendente per esprimere il parere vincolante; il ricorso al Procedimento Ordinario o Semplificato è definito dalla tipologia dell’intervento nonché dalla natura del vincolo imposto sull’area.

L’istanza può essere presentata:

  • al protocollo del Settore Rigenerazione Urbana, Mobilità e Sviluppo in Via Avezzano n. 11 dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.00 con apertura pomeridiana il mercoledì dalle 15.30 alle 17.00 ;
  • a mezzo posta certificata al sito: pianificazione@comune.laquila.postecert.it 

PROCEDURE E MODULISTICA 

 

Autorizzazione Paesaggistica con Procedimento Ordinario
Modulistica e documentazione (da produrre in 3 copie se cartaceo):

1. Domanda di autorizzazione paesaggistica (con marca da bollo da 16,00 Euro)

oppure

Domanda di accertamento di compatibilità paesaggistica (in marca da bollo da 16,00 Euro) per gli interventi di cui all'art 167, comma 4, del D.L.vo42/04 

2. Relazione paesaggistica

3. Dichiarazione del tecnico incaricato nella quale si attesta:

  • che gli unici vincoli presenti nell'area sono quelli indicati nella relazione paesaggistica;
  • che le previsioni progettuali rispettano gli obiettivi del P.R.P.;
  • la presenza o meno, sulle aree di intervento, di eventuali vincoli di uso civico.

4. Asseverazione del tecnico e dichiarazione del proprietario in ordine alla legittimità edilizia e paesaggistica dell’esistente allegando copia del relativo titolo edilizio oppure Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà circa la preesistenza dell'immobile oggetto di intervento rispetto alle prescrizioni impositive della licenza edilizia o della concessione edilizia con indicazione ancorché orientativa dell'epoca di costruzione;

5. Attestazione dei versamenti intestati a"Comune dell'Aquila - Servizio tesoreria (C/C 12188678) di:
  • 30,00 Euro - CAUSALE: Diritti di segreteria per parere ambientale;
  • 60,00 Euro - CAUSALE: Diritti di istruttoria per parere ambientale.

Determinazione della sanzione pecuniaria ai sensi dell'art. 167, comma 5, del D.L..vo 42/04 e s.m.i.

Nel caso di Istanza di Accertamento di Compatibilità Paesaggistica, secondo quanto previsto dall'art. 167, comma 5, del D.L.vo 42/04, qualora venga accertata la compatibilità paesaggistica degli interventi, il trasgressore è tenuto al pagamento di una somma a titolo di sanzione amministrativa equivalente al maggior importo tra il danno arrecato e il profitto conseguito mediante la trasgressione.
Al fine dell'istruttoria, il richiedente è tenuto a presentare apposita perizia di stima, debitamente asseverata, redatta da professionista abilitato alla progettazione, contenente due distinti computi intesi ad individuare:
1) il "danno arrecato", determinato con computo metrico estimativo relativo alle opere necessarie per la
rimessione in pristino dello stato dei luoghi, con l'utilizzo del vigente prezzario regionale delle oo.pp.;
2) il "profitto conseguito", determinato come segue:
  • incremento del valore dell'immobile risultante dalle trasformazioni conseguenti ai lavori eseguiti, pari, in via ordinaria, al 3 % del valore d'estimo dell'unità immobiliare (REGIONE ABRUZZO - DELIBERAZIONE 22.03.2002 n. 119 - Allegato 1)
          oppure
  • differenza tra il valore dell'opera realizzata ed i costi sostenuti per l'esecuzione della stessa, valutata alla data di effettuazione della perizia.


Il Comune si riserva, comunque, le opportune verifiche.

Autorizzazione Paesaggistica con Procedimento Semplificato (interventi ed opere di lieve entità di cui all'art.3 , comma 1, elencati nell'Allegato B del DPR 31/17)
Modulistica e documentazione (da produrre in 3 copie se cartaceo):

1. Domanda di autorizzazione paesaggistica semplificata (in marca da bollo da 16,00 Euro);

2. Relazione paesaggistica;

3. Dichiarazione del tecnico incaricato nella quale si attesta:

  • che gli unici vincoli presenti nell'area sono quelli indicati nella relazione paesaggistica;
  • che le previsioni progettuali rispettano gli obiettivi del P.R.P.;
  • la presenza o meno, sulle aree di intervento, di eventuali vincoli di uso civico.
4. Asseverazione del tecnico e dichiarazione del proprietario in ordine alla legittimità edilizia e paesaggistica
dell’esistente allegando copia del relativo titolo edilizio oppure Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà circa la preesistenza dell'immobile oggetto di intervento rispetto alle prescrizioni impositive della licenza edilizia o della concessione edilizia con indicazione ancorché orientativa dell'epoca di costruzione;
 
5. Attestazione dei versamenti intestati a
"Comune dell'Aquila - Servizio tesoreria (C/C 12188678) di:
  • 30,00 Euro - CAUSALE: Diritti di segreteria per parere ambientale;
  • 60,00 Euro - CAUSALE: Diritti di istruttoria per parere ambientale
Normativa di riferimento Decreto Legislativo 22 gennaio 2004 n. 42 e s.m.i.
D.P.R. 13 febbraio 2017 n. 31
Legge Regionale 13 febbraio 2003 n. 2
Piani Paesistici Regionali (P.R.P.) approvati dal Consiglio Regionale in data 21.03.1990 con atto 141/21 (ambito montano) ed in data 21.03.1995 con atto 120/30 (ambito Fiume Aterno)
Legge 7 agosto 1990 n. 241
DPR 445/2000

Cartografia di riferimento http://sitap.beniculturali.it

Condividi questo contenuto

Comune di L’Aquila - Via San Bernardino - Palazzo Fibbioni - 67100 L’Aquila - Telefono +39.0862.6451
Posta Elettronica Certificata: protocollo@comune.laquila.postecert.it
Partita iva: 00082410663 - Codice fiscale 80002270660
Responsabile del Procedimento di Pubblicazione
Il portale del Comune di L’Aquila è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune dell'Aquila è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it