Comune dell'Aquila

"Quella del 4 novembre è la giornata dell'omaggio agli Italiani che hanno perduto la propria vita per la Patria e la Libertà"; intervento del sindaco Biondi

Pattern_leggero
Canale
Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici sul nostro account Twitter Entra nel nostro canale YouTube
Stemma Comune di L\'Aquila
Ti trovi in: Home » Amministrazione » Notizie » lettura Notizie e Comunicati

Prossimi eventi

ketty lebeau
Dal 09-12-2017
al 17-12-2017

Immagini dalla galleria

28 agosto
Il rito di chiusura della Porta Santa della Basilica di Collemaggio (29 agosto)
Festa di San Sebastiano, patrono dei Vigili Urbani
Il concerto inaugurale
27 agosto
La cerimonia di inagurazione (23 agosto)
varsavia2
Il concerto di chiusura di Gianluca Grignani (29 agosto)
I Subsonica in concerto (23 agosto)
I Cantieri dell'Immaginario
Il Piano per le emergenze
URP telematico
Anagrafe on line
Come fare per
Banca dati emergenza
WEBMAIL INTERNA
Sito Accessibile
stazione appalti
Sistema Informativo Territoriale
SPORTELLO TELEMATICO SUAP
Sportello Unico Edilizia
Le News del Quotidiano della P.A.
03-11-2017
"Quella del 4 novembre è la giornata dell'omaggio agli Italiani che hanno perduto la propria vita per la Patria e la Libertà"; intervento del sindaco Biondi
 

“L’esistenza di una Nazione è il plebiscito di ogni giorno. Ciò che fa una Nazione è comunque un lascito di ricordi. Gli antenati ci hanno fatto quello che siamo”.
Questa frase di Joseph Ernest Renan richiama l’eredità simbolica che ci porta ad appartenere ad uno Stato unitario. Essere eredi di questo patrimonio comune riconduce all’obbligo di conoscerlo e onorarlo.
Per questi motivi la ricorrenza del 4 Novembre implica una riflessione e un monito. Celebrando la Giornata delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale, insieme con quella storica dei Caduti in Guerra, si rende omaggio a tutti gli italiani che hanno perduto la propria vita per la Patria e per la Libertà.
Questa data ricorda, in particolare, la battaglia di Vittorio Veneto che, con la conclusione della Prima Guerra Mondiale, completò l’unificazione nazionale. Da quel momento è nata l’Italia come la conosciamo ora. Dopo la fine del conflitto il fronte dei “ragazzi del ‘99” diventa moto popolare, coscienza diffusa, difesa di un’ideale di Patria che passa attraverso l’unità della Nazione, nel nome dell’appartenenza a valori comuni.
L’Italia di oggi è, dunque, uno Stato non solo nel senso “burocratico”, nominale, geografico. È tale anche e soprattutto nelle coscienze e nell’appartenenza, proprio perché affonda le sue radici nel sacrificio. La Grande Guerra lasciò sul campo più di 15milioni di morti, di cui un milione e 240mila italiani. Oltre un milione furono i mutilati e i feriti. Nella sola battaglia di Caporetto, di cui in questi giorni ricorre il centenario, l’esercito italiano contò ben diecimila vittime.
L’Italia di oggi, quella che accoglie la nostra quotidianità, è figlia di quel sacrificio di vite umane, del dolore delle madri, delle mogli e degli orfani. Non dobbiamo mai dimenticarlo. Ogni giorno siamo chiamati a difenderne l’unità e i valori. Questa è una delle nostre missioni che è bene rinverdire il 4 Novembre. Oggi onoriamo la memoria di eroi troppo spesso dimenticati, che hanno messo la loro vita, nel fiore degli anni, a costruirci l’Italia. Per loro dobbiamo riscoprire, sempre, l’orgoglio di sentirci figli di una grande Patria.
Alle Forze Armate - che nella nostra Repubblica tutelano la sicurezza interna ma sono anche al servizio della pace, in Italia e nel mondo - va un grazie sincero. Anche per aver voluto garantirci giornalmente con l’alto impegno civile di sostegno nelle difficoltà più grandi, anche in occasione delle catastrofi naturali, come dopo il 6 aprile 2009.
Il 4 Novembre, dunque, non deve restare solo una data sul calendario. Questo giorno deve rinforzare in tutti noi, e soprattutto nei ragazzi di oggi, la responsabilità di tener fede ai valori per cui hanno combattuto, fino all’estremo sacrificio, i ragazzi di ieri.

Il Sindaco
Pierluigi Biondi

 


Condividi questo contenuto

Comune di L’Aquila - Via San Bernardino - Palazzo Fibbioni - 67100 L’Aquila - Telefono +39.0862.6451
Posta Elettronica Certificata: protocollo@comune.laquila.postecert.it
Partita iva: 00082410663 - Codice fiscale 80002270660
Responsabile del Procedimento di Pubblicazione
Il portale del Comune di L’Aquila è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune dell'Aquila è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it